Mozart

10 agosto 2017
ore 21.30


miniatura mozartMOZART
Cacofonia in Do maggiore

di Noemi Giulia Fabiano
cast da definire
direzione artistica Antonio Gargiulo
regia Noemi Giulia Fabiano
produzione Extravagantes
durata 1h 15′


La musica è l’espressione della nostra personalità. Quando la ascoltiamo, quando la scegliamo, quando la produciamo e (se ne siamo in grado) la componiamo, essa ci rispecchia. Le note ci denotano permettendoci l’espressione. E quando ci esprimiamo lo facciamo spontaneamente, malgrado i nostri difetti e le nostre irregolarità. E questo un artista lo sa bene.

Cosa succede quando la musica incontra la sindrome di Tourette? E cosa si verifica quando queste due componenti distoniche e apparentemente inconciliabili incontrano Mozart? Con delicata euforia, sarcasmo e ritmi serrati – il caso lo richiede – Mozart, cacofonia in Do maggiore vuole raccontare gli aspetti della nostra singolarità attraverso Wolfgang Amadeus Mozart.

Note di regia

E’ risaputo che Mozart è stato da sempre oggetto di affascinanti studi e antologie: alla sua vita e alla sua espressione, si sono dedicati in tantissimi. Questo lavoro non vorrà tentare di accostare lo spettatore al suo genio, come è già stato fatto ampiamente in passato, ma alla sua verità. L’intento consiste nel portare per mano lo spettatore dentro un contesto estraneo, costituito da un personaggio unico alle prese con una patologia rara ed inconsueta. La scommessa consiste nel permettere al pubblico di ritrovarsi, di sorridere e di ripercorrere un po’ dell’infanzia e della crescita del giovane Wolfgang mentre trillano, subitanee ed improvvise, esclamazioni irriverenti, riflessioni strampalate, onomatopee sgradevoli miste a sublimi melodie da togliere il fiato.